Il nostro metodo

Come sostiene Edgar Morin “la sfida è nel Metodo” ed è per questo che abbiamo ideato una metodologia innovativa per la formazione dell’uomo e dei professionisti del terzo millennio.

Una metodologia originale e consolidata da 10 anni di studi, ricerche e impegno concreto sul campo che si basa su un approccio di tipo olistico, fenomenologico, esistenziale e pragmatico orientato al pensiero ed alla pratica di un nuovo umanesimo.

Un metodo in grado di trasferire gli strumenti necessari per realizzare il migliore dei mondi possibili purchè ognuno abbia il desiderio e il coraggio di diventare la migliore versione di Sé (nella vita, nel lavoro, nelle relazioni).

Duemila anni di storia del pensiero ci hanno definitivamente portato a comprendere che la realtà è complessa ed irrevocabilmente multidimensionale, che l’esistenza nei suoi molteplici aspetti (psicologici, sociali, culturali) è liquida e perennemente in evoluzione, che esser-ci vuol dire sempre ed allo stesso tempo essere legati gli uni agli altri, essere immersi nella terra, appartenere al mondo.
1) Complessità 2) Liquidità 3) Esserci come inter-soggettività e intra-mondanità

Sono questi i tratti costitutivi e distintivi che caratterizzano la nostra vita che per definizione è esposta alla precarietà, alla vulnerabilità, alla fragilità ed allo spaesamento.

Come persone e come professionisti avvertiamo il bisogno urgente di metodi, strategie e strumenti pratici che ci rendano consapevoli e capaci di:

Pensare la Complessità

evitando il dogmatismo e l’unilateralità

Navigare efficacemente nella Liquidità

padroneggiando al meglio le onde che essa genera

Definirci e Progettarci nella relazionalità

resistendo alla tentazione sedativa della simbiosi per rischiare la nostra Unicità nel mondo

La nostra vita è esposta alla precarietà, alla vulnerabilità, alla fragilità ed allo spaesamento

L’obiettivo principale che ci siamo posti è stato quello di sperimentare e sviluppare una metodologia utile a realizzare processi di Empowerment, Resilienza e Progettualità per le persone, per le relazioni, per le Professioni e le Aziende di Oggi!

Ed è qui che entra il gioco l’impianto teorico, storico ed epistemologico della Gestalt che rappresenta il Cuore della nostra sfida metodologica per l’orientamento, la formazione e l’educazione dell’uomo nel terzo millennio in quanto metodologia efficace nel rispondere alle esigenze attuali di persone, professionisti, aziende che vivono nell’epoca della complessità, della Liquidità e dell’Esserci.

Una metodologia che permette di ottenere il meglio da Sé, dagli altri, dal lavoro per concretizzare il Sogno ed il Progetto di una vita vissuta pienamente, con soddisfazione e benessere.

Una metodologia in grado di trasformare la Crisi in Crescita, lo Spaesamento in Apertura di Orizzonti, la Precarietà in Risorsa, la Ferita in Apprendimento, la Fragilità in Occasione.

Una metodologia che prende in considerazione il pensiero, il sentire, l’essere, il fare, il divenire e spinge a mettere in gioco diverse parti di sè (corporee, cognitive, fisiche, affettive, spirituali, emotive) puntando a generare quella competenza personale, professionale, esistenziale che Gregory Bateson chiamava il "savoir faire della complessità" presupposto indispensabile, oggi, per l’empowerment e la “salute” delle persone, dei professionisti e delle aziende.

Si tratta, infine, di una metodologia “neurologicamente aggiornata” ed in linea con le recenti acquisizioni nel campo neuroscientifico in grado di rispondere alle sollecitazioni ed alle innovazioni provenienti dal mondo scientifico.